La costa dei Trabocchi 29 – 30 maggio

La Costa dei Trabocchi, quando l’arte contadina incontrò il mare

….sopra un gruppo di scogli si protendeva un trabocco, una strana macchina da pesca, tutta composta di tavole e di travi, simili ad un ragno…
(cit. D’annunzio)

In Abruzzo, lungo l’antico tracciato ferroviario dell’Adriatico, ormai abbandonato, si trova un luogo dove il tempo pare essersi fermato: la Costa dei Trabocchi. Questo angolo di costa adriatica prende il nome dai Trabocchi, antiche macchine da pesca usate per secoli dai contadini, per pescare con le reti direttamente dalla terra ferma.
Qui si fondano natura selvaggia, tradizioni rurali e tradizioni marinare. Un luogo dove l’attività dell’uomo si è integrata perfettamente nel contesto della natura, rendendo questo tratto di costa uno tra i più belli del Mare Adriatico.
La costa vastese, però, non si contraddistingue solo per i Trabocchi, ma anche per distese di natura incontaminata e selvaggia: è qui che si trova, infatti, la Riserva Naturale di Punta Aderci, un luogo caratterizzato da un raro e delicatissimo ecosistema dunale, divenuto anche meta preferita
del Fratino, un piccolo uccello ormai in via di estinzione.

Una 2 giorni alla scoperta della Costa dei Trabocchi

Accompagnati da una guida ambientale escursionistica visiteremo, camminando, questo angolo di costa adriatica.
Attraverso un trekking guidato nella Riserva Naturale di Punta Aderci e la visita ad un trabocco, con pranzo a seguire, avremo la possibilità di conoscere, in modo approfondito, questo luogo di straordinaria bellezza.

In collaborazione con Diventa Biologo per un giorno 🦀

Tour family friendly

PROGRAMMA DETTAGLIATO