Camp estivo di biologia marina – Informazioni tecniche

Camp di biologia marina

6 – 8 luglio 2020

Camp non residenziale

Il camp si svolge a Cattolica ed è un camp non residenziale, e quindi alla sera i bambini torneranno dai loro genitori.
Per chi necessita di un Hotel, abbiamo convenzioni con alcune strutture alberghiere che garantiscono un buon rapporto qualità/prezzo.

Luogo e orario di ritrovo per i laboratori

Il camp si svolge a Cattolica c/o i Bagni 33 – Lungomare Rasi-Spinelli
Luoghi di ritrovo diversi sono specificati a seguito dei laboratori

1. giorno
10.00 – 12.30: Perché il mare è salato
16.00 – 18.00: Lezione di snorkeling, perché sputare è d’obbligo
21.00 – 22.00: La notte e il mare
Il ritrovo è sempre in spiaggia

2. giorno
8.30 – 12.00: Escursione in barca + Chi abita nel mare Adriatico
Alle 8.30 il ritrovo è al porto di Cattolica, mentre alle 12.00 i bambini sono in spiaggia e quindi il luogo di ritrovo è ai Bagni 33.

15.20: Dove nasce il mare: piccoli ricercatori alla foce del Conca.
Il ritrovo in spiaggia

3. giorno
9.30: Visita all’antica marineria di Cattolica. Incontro al porto – Via  Antonini. Alle 12.00 i bambini sono in spiaggia e quindi il luogo di ritrovo è ai Bagni 33

15.00 – 17.00: Il pesce dal mare alla tavola
Il ritrovo in spiaggia

Si tratta di un camp pensato per bambini. Durante il camp verranno svolte delle escursioni dove i genitori, qualora ne avessero voglia e previo pagamento della relativa quota di partecipazione alla singola escursione (vedi condizioni generali di contratto) possono partecipare.

Per quotazioni, dettagli e richieste informazioni, scriveteci o chiamateci.
Chiedere non costa niente! 😉

Camp estivo di biologia marina – Programma

Camp di biologia marina

1.Giorno

Mattino: Perché il mare è salato?
Fin da piccolini ci insegnano che l’acqua del mare non si beve, perché è salata. A contatto con gli occhi, l’acqua del mare brucia! Ovvio! E’ salata! Ma perché l’acqua del mare è salata?
Attraverso questo laboratorio i bambini lo scopriranno e capiranno il ruolo fondamentale della temperatura, della salinità e della luce per la vita nel mare.
Un laboratorio, inoltre, che spiega, attraverso l’uso di test per l’acqua, densimetri e altri strumenti, la chimica e la trasparenza dell’acqua.

Pomeriggio: Lezione di snorkeling: quando sputare è d’obbligo!
Un laboratorio che insegna a sputare in maschera (atto poco raffinato ma indispensabile per una battuta di snorkeling di successo) e ad indossarla in modo corretto! I giovani aspiranti biologi impareranno, inoltre, ad utilizzare l’altro strumento indispensabile per lo snorkeling: le pinne!!

Sera: La notte e il mare
Una bella passeggiata notturna sulla battigia, armati di torcia, per scoprire i pesci e tutti quegli animali marini che popolano il mare solo di notte.

2.Giorno

Mattino: Escursione in barca alla scoperta del mare Adriatico e snorkeling in acqua bassa in Baia Vallugola
Questa uscita in barca fa scoprire ai piccoli biologi la differenza tra la costa sabbiosa che c’è a Cattolica e quella rocciosa che c’è lungo il Parco San Bartolo. Dopo 15 minuti circa di navigazione parteciperanno ad una lezione di snorkeling in Baia Vallugola. Qui raccoglieranno anche alcuni campioni di alghe, conchiglie, corazze dei granchi ecc. Una volta rientrati a Cattolica, si prosegue con il laboratorio

Chi abita nel Mare Adriatico
Gli aspiranti biologi analizzeranno al microscopio i campioni raccolti in spiaggia, per scoprire come sono fatti gli animali che vivono nel mare Adriatico.

Pomeriggio: Dove nasce il mare: piccoli ricercatori alla foce del Conca
La foce del fiume Conca è un luogo dove l’acqua dolce del fiume si fonde con l’acqua salata del mare. E’ un habitat dove vivono anche parecchi animali, che spesso non si vedono, ma che lasciano sempre tracce della loro presenza. Con l’aiuto di strumenti di lavoro che abitualmente usano i naturalisti, come fogli, matite colorate e lenti di ingrandimento, si andrà alla scoperta di questo luogo e dei suoi abitanti.

3. Giorno

Mattino: Alla scoperta dell’antica marineria di Cattolica
Una passeggiata all’antica marineria di Cattolica che permetterà ai piccoli biologi di conoscere i sistemi di pesca usati in Adriatico e di imparare, grazie all’incontro con alcuni pescatori, l’antica arte dei retai.

Pomeriggio: Il pesce, dal mare alla tavola
Il pesce, prima di finire sulle nostre tavole, necessita di controlli che certifichino la sicurezza del prodotto. Attraverso questo laboratorio, i piccoli scienziati, con l’utilizzo anche di microscopi, impareranno come è fatto un pesce e ad analizzarlo.

N.B. Si tratta di un camp pensato per bambini. Durante il camp verranno svolte delle escursioni dove i genitori, qualora ne avessero voglia e previo pagamento della relativa quota di partecipazione alla singola escursione (vedi condizioni generali di contratto) possono partecipare.

INFORMAZIONI TECNICHE

Perché il mare è salato?

Perché il mare è salato?

Laboratorio didattico sulle caratteristiche chimico – fisiche dell’acqua

Perché il mare è salato?

Fin da piccolini sappiamo che l’acqua del mare non si beve, perché è salata! Se viene a contatto con gli occhi, brucia, perché è salata!
Se l’assaggi, sa di sale, ovvio!!!…perché è salata! Ma perché il mare è salato?
Quali sono le caratteristiche chimico – fisiche dell’acqua di mare? E in cosa si distingue dall ’acqua dolce? Scopritelo insieme a noi! Il mare come un vero laboratorio e l’acqua del mare con i suoi misteri da svelare: il laboratorio che racconta, attraverso l’uso di veri test per l’acqua, densimetri e altri strumenti, la chimica e la trasparenza dell’acqua e permette di conoscere e capire il ruolo fondamentale dei fattori abiotici per la vita nel mare. Verranno fatti approfondimenti sulla trasparenza la densità e la salinità dell’acqua (uso del Densimetro) Si affronterà infine l’argomento dell’eutrofizzazione utilizzando veri test per misurare i valori chimici dell’acqua (nitriti, fosfati,ossigeno e pH).

Laboratorio a cura di Diventa Biologo per un giorno
Durata: 2h

Consigliamo do abbinare a questo laboratorio:

Laboratorio di biologia marina
Il pesce, dal mare alle nostre tavole